fbpx Skip to main content

Si tratta di una piattaforma di social media così famosa che non ha quasi bisogno di presentazioni. La sua “F” bianca su sfondo blu è immediatamente riconoscibile per chiunque, parliamo ovviamente di Facebook.

 

Facebook, le origini

Nasce da una fortunata idea di Mark Zuckerberg ed alcuni amici durante il periodo del college. Facebook, come ci racconta la traduzione del suo nome, prende spunto dagli elenchi studenteschi molto comuni nelle scuole americane in cui veniva riportato il nome dello studente, la sua foto, i dati di contatto ed alcune informazioni di base. Un registro cartaceo che permetteva di entrare in contatto con i nuovi compagni. Un idea ottima, che Zuckerberg e compagni hanno convertito nel 2004 in un social media e rete sociale. Un social network che si è espanso in tutto il mondo (in Italia dal 2008) arrivando ad essere utilizzato da una persona su 2 del nostro pianeta.

Ma Facebook non è solo una rubrica 2.0 o un sistema per rimanere in contatto con gli amici ed aggiornarli sulla propria vita. Facebook è un progetto in continua evoluzione che mira ad essere al centro della rivoluzione 4.0.

 

Dalla comunicazione agli shop, fino all’intelligenza artificiale

Facebook non è solo comunicazione tra utenti privati, ma è anche uno spazio per aziende ed entità pubbliche che possono rimanere in contatto in maniera rapida e meno “ingessata” con clienti possibili e consolidati. Da anni esistono infatti le pagina Azienda e gli strumenti riservati ai possessori di business, ma ora Facebook è pronto a fare un ulteriore passo avanti.

 

Facebook Shop

Nel maggio 2020 Facebook ha infatti annunciato un ennesimo passo avanti nella parte legata al business, presentando ufficialmente il progetto Facebook Shop ed Instagram Shop. Questa nuova funzione consente di mostrare prodotti, fisici o digitali, all’interno delle proprie pagine social e di venderli tramite vetrine online. Non solo un’evoluzione del Marketplace di Facebook già esistente da alcuni anni, ma una vera e propria rivoluzione che vuole portare Facebook al centro del mondo, in continua espansione, del commercio online.

Facebook Shop sarà a disposizione di qualsiasi utente in possesso di una pagina di tipo Business e potrà dialogare in due ambiti con le migliori piattaforme al mondo. Dal punto di vista social, “restando in casa” con WhatsApp, Messenger ed Instagram. Dal punto di vista e-commerce con le migliori piattaforme già attive sul mercato, come ad esempio Shopify, BigCommerce, Channel Advisor e molti altri. A differenza di soluzioni simili proposte da Amazon, eBay, Alibaba o altri competitor, l’ulteriore vantaggio di questa piattaforma è dato dal fatto che è completamente gratuita.

Chiunque in possesso di una pagina business potrà creare un negozio virtuale, che potrà personalizzare e “riempire” di prodotti.

 

Facebook, non solo connessioni e contatti ma anche intelligenza artificiale-moviweb

GrokNet, l’intelligenza artificiale dietro ai Facebook shops

Facebook ed Instagram sono i social delle fotografie e dei video, una miniera di dati ed informazioni fondamentali per chiunque voglia vendere qualcosa.

Pensandoci bene, molte volte l’ostacolo dietro alla vendita online è proprio il fatto che ciò che vediamo nello shop non ha “vita”. Abituati a toccarlo, indossarlo e provarlo, facciamo fatica ad immaginare se potrebbe essere adatto per noi. Ma se lo stesso oggetto lo vedessimo addosso ad un amico, ad una persona famosa o in un video?

Questo è ciò che punta a fare Facebook Shop grazie a GrokNet, intelligenza artificiale sviluppata ad hoc. Un sistema consistente in un insieme di algoritmi di “machine learning” in grado di analizzare gli oggetti presenti nei video e nelle foto, classificarli e legarli a prodotti simili per tipologia d’uso o materiale.

Tutta questa montagna di informazioni permette quindi di collegare l’articolo presente nel Facebook Shop a quello nelle foto e nei video e viceversa, aggiungendo valore e possibilità al processo di vendita. Il tutto con il guadagno di Facebook sulla transazione economica e sull’eventuale acquisto di pubblicità di vario tipo da parte del Facebook shop.

 

Intelligenza artificiale non solo a fini commerciali

Quante volte leggiamo che Facebook é il “diffusore” di una notizia falsa? O che i suoi account sono stati utilizzati per inviare spam o per truffe? I casi sono stati parecchi (come numero relativo, pochissimi se si considerano i numeri totali) ed hanno rischiato di “minare” il rapporto di fiducia tra l’utente e Facebook. Hanno inoltre portato ad allarmare governi ed organismi di controllo che potrebbero introdurre limitazioni a questo social network.

Casi a cui Facebook ha cercato e sta cercando di porre rimedio, monitorando gli account per scoprire e bloccare quelli falsi o quelli spam. Oltre al controllo sull’account, la sicurezza di Facebook interviene anche vagliando e moderando i contenuti caricati. Foto e video vengono analizzati al fine di identificare in tempo reale quelli che potrebbero essere offensivi e pericolosi, dallo stalking al cyber bullismo fino ai proclami terroristici. Un compito improbo, considerando la mole di utenti ed i contenuti caricati ogni minuto.

Un controllo possibile, solo filtrando tutto ciò che viene caricato tramite algoritmi specializzati. Algoritmi software in continua evoluzione che riconoscono in maniera automatica immagini, parole ed atteggiamenti pericolosi o quantomeno dubbi e procedono in maniera immediata e repentina alla segnalazione del contenuto o alla diretta rimozione dello stesso.

 

Intelligenza artificiale ed umana in collaborazione per una esperienza d’uso migliore

Anche in questo caso l’intelligenza artificiale non sostituisce quella umana. La parte umana è ancora fondamentale, sia da parte di Facebook (che dedica 35 mila persone a questo scopo) sia da parte degli utenti che possono segnalare immagini, testi e video.

Un’unione di forze che punta a rendere Facebook e la nostra “vita digitale” un posto migliore. Un “luogo” con meno rischi e preoccupazioni, permettendoci di godere solo dei vantaggi dati dalla presenza in questo social network.

Tutti i diritti sono riservati